Menu Chiudi

La manovra di Bilancio a confronto con i territori lombardi

image_pdfimage_print

Abele Parente: “Monza scelta quale modello per tutti i territori lombardi

La manovra di bilancio del Governo in merito al taglio del cuneo fiscale che impatto reale avrà sulle buste paga dei lavoratori lombardi?

La lotta all’evasione, una nuova politica della pensioni e un’impostazione verso un green new deal porteranno davvero alla creazione di lavoro e di tutela dei lavoratori?

Se lo è chiesto UIL Milano Lombardia che insieme a Uil Monza e Brianza ha organizzato un dibattito sul tema coinvolgendo il Segretario Generale Aggiunto Pierpaolo Bombardieri insieme al Sottosegretario al ministero dell’Economia e alle Finanza Pier Paolo Baretta.

Con loro, nel pomeriggio monzese, gli interventi della responsabile del dipartimento banche, fisco e finanza del Partito Democratico metropolitano, Alessia Potecchi e del Segretario Generale Uil Milano e Lombardia Danilo Margaritella. Il tutto moderato dal segretario Uil di Monza e Brianza Abele Parente.

Il tema del lavoro, dell’equità fiscale, del taglio del cuneo per le imprese e i lavoratori oltre che tutte le misure messe in campo con la legge di bilancio 2020 – ha dichiarato il Segretario Generale Uil Milano Lombardia Danilo Margaritella – rappresentano alcuni step che il sindacato non solo ha proposto e che da tempo proponeva ai governi, ma che rappresentano una ricetta concreta per rilanciare economia e occupazione. Certamente gli sforzi da fare sono ancora molti. Del resto già il fatto di aver riportato al tavolo delle trattative i sindacati ha confermato che c’è la volontà di pensare ai lavoratori e al tema del lavoro nella sua interezza. Un aspetto che anche in Lombardia portiamo avanti da tempo e che hanno già visto dei risultati concreti. Penso ad esempio a tutti gli accordi importanti siglati nell’ultimo anno su appalti, sicurezza e recentemente sull’aumento delle detrazioni comunali Irpef. Accordi che vogliamo estendere da Milano metropolitana a tutto il territorio Lombardo, senza dimenticare, che ci sono 2 capitoli importanti da tenere ben vivi come la partecipazione dei lavoratori alla vita di impresa e la riduzione dell’orario di lavoro con pari salario. Questi saranno tra i principali obiettivi della Uil”.

“La scelta di Monza quale sede dell’interessante incontro-confronto su tematiche di estrema attualità – sottolinea il segretario Uil Monza e Brianza Abele Parente – è significativa, in quanto la cittadina brianzola costituisce un crocevia, che rappresenta tutte le comunità territoriali lombarde nella elaborazione di indirizzi propositivi sulla manovra di bilancio, cui attende il Governo. In particolare, l’area territoriale della provincia di Monza e della Brianza è connotata da una produttività sotto ogni aspetto, sia per le aziende, manifatturiere, agricole, cooperative, edili, metalmeccaniche, alimentari. In questa rappresentazione si identifica l’intera realtà regionale, interessata a porsi quale modello competitivo rispetto ad aree regionali europee, di cui è stimata la crescita, soprattutto, in campo economico con espansione della qualità produttiva sui mercati mondiali. Ne consegue da parte delle realtà economico-sociali, produttive dei comuni della Lombardia una voce univoca propositiva e di impulso al Governo, affinchè la manovra di bilancio con adeguate misure sia mirata parimenti all’incentivazione per la crescita”.

Torna su