Menu Chiudi

Fondo Anticipazione Sociale Regione Lombardia

image_pdfimage_print

A tutte le Strutture

 

Milano, 10 aprile 2020

 

Fondo Anticipazione Sociale Regione Lombardia
Nota di aggiornamento del 10 aprile 2020

 

Si è concluso ieri il confronto in sede di Sottocommissione ammortizzatori sociali con la stesura definitiva del Protocollo d’intesa fra Regione Lombardia, le Parti Sociali e la Commissione Regionale Lombardia di ABI per attuare l’iniziativa “Fondo anticipazione sociale 2020” a favore dei lavoratori destinatari dei trattamenti di integrazione salariale a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19.
Il testo è stato depositato ieri sera in Giunta, in previsione della conseguente deliberazione in programma per il prossimo 15 aprile.

Solo successivamente a questa data il Protocollo sarà firmato.

In sintesi questi sono i principali contenuti del testo concordato:

  • Il Fondo sarà costituito con apposita dotazione economica complessiva pari a 5,524 milioni di euro, avvalendosi di risorse di Regione Lombardia e di Finlombarda;
  • Scopo del Fondo è intervenire a garanzia delle richieste di anticipazione sociale attivate dai lavoratori ai sensi e con le modalità previste dalla Convenzione Nazionale sottoscritta con ABI il 30 marzo u.s. e recentemente aggiornato con l’Addendum sottoscritto da ABI Nazionale e FSBA;
  • Il Fondo fornirà una copertura per tutte le anticipazioni sociali previste per gli ammortizzatori legati all’emergenza COVID-19 (DL 18, articoli da 19 a 22);
  • La copertura si attiva nel caso in cui i trattamenti di integrazione salariale in modalità pagamento diretto non siano autorizzati e non sia quindi possibile il conguaglio fra quanto anticipato dalle banche e quanto il lavoratore avrebbe dovuto percepire a titolo di integrazione salariale;
  • Il Fondo interverrà su richieste di anticipazioni sociali attivate a seguito di sospensioni del lavoro disposte anche retroattivamente a partire dal 23 febbraio;
  • Le modalità applicative dell’anticipazione sociale da parte delle banche sono quelle già definite o in via di definizione nella cornice della Convenzione Nazionale; in particolare si attendono gli allegati per l’anticipazione dell’assegno ordinario FIS e dei Fondi Bilaterali e per l’applicazione dell’anticipazione sociale in caso di riduzione parziale dell’orario di lavoro;
  • Sulle modalità operative dell’anticipazione sociale stanno nel frattempo intervenendo accordi operativi tra INPS e ABI nazionale e le banche stanno definendo le proprie procedure standard. Il tema è anche oggetto di confronto con le Organizzazioni Sindacali di categoria per garantire il più possibile la riduzione delle domande in presenza, essenziale per contribuire alla facilitazione della operatività e al distanziamento sociale. La Convenzione Nazionale non è ancora attivabile da parte dei lavoratori interessati con tutti gli istituti di credito aderenti;
  • Al Protocollo aderirà anche Fondazione Welfare Ambrosiano, con un supporto di tipo operativo.

Sarà nostra cura trasmettere alle strutture il testo della delibera regionale dopo l’approvazione in giunta approvata nonché ogni informazione utile a supportare i lavoratori nell’accesso a questo insieme di strumenti.

 

per le segreterie di Cgil Cisl Uil Lombardia
V. Cappelletti M. Dolzadelli S. Bontempelli

Torna su